A SESTRI LEVANTE IL 9 GIUGNO L’ANDERSEN RUN DIVENTA BABY IN OMAGGIO AL PREMIO

 In Comunicati Stampa

Fiabe, spettacoli, mostre e tantissimi bambini durante il Premio e gli eventi del Festival, ma anche sport, con l’Andersen Run nella versione dedicata ai più piccoli organizzata dall’Entella Running

Erano marinai e pescatori di Riva Trigoso che, verso fine ‘800, emigrando a Santa Cruz, nella regione californiana degli Stati Uniti, hanno saputo mettere a frutto le proprie abilità in quel mare così lontano dalle baie liguri, avviando attività legate alla pesca tutt’ora fiorenti. Sulle insegne campeggiano cognomi rivani e non è raro sentir parlare il dialetto ligure ancora oggi. Dopo oltre un secolo, grazie al saldo legame rimasto con Riva e Sestri Levante l’affetto per le terre d’origine è molto sentito. Un sentimento che si manifesta anche attraverso la partecipazione all’Andersen.

A pochi giorni dalla chiusura del bando di partecipazione, le fiabe stanno continuando ad arrivare numerose, lasciando prevedere che verranno confermati i valori attesi. In crescita il livello qualitativo, sia tra i lavori dei più piccoli, coordinati dagli insegnanti, che nella categoria adulti.

Piacevoli sorprese stanno giungendo anche dalla nuova sezione dedicata alla graphic novel. La narrazione per immagini, che debutta in questa edizione, rappresenta un tipo di narrazione che non conosce crisi e che appassiona un pubblico eterogeneo e trasversale.

Tra le molte fiabe pervenute, una molto particolare, alla quale spetterà un riconoscimento “fuori concorso”. L’autore è Vito Molinari, regista televisivo e teatrale, con un curriculum sconfinato che comprende molte delle produzioni Rai di maggior successo tra gli anni ’60 e ’90.

Un lavoro che il regista dedica alla sua città natale, Sestri Levante, e che testimonia la reputazione che il Premio Letterario Hans Christian Andersen riscuote anche tra chi vive lontano dalle sue baie.