Arriva a Sestri Levante la 25° Edizione di Andersen Festival

Ci sono cose da fare ogni giorno: lavarsi, studiare, giocare, preparare la tavola, a mezzogiorno.

Ci sono cose da fare di notte: chiudere gli occhi, dormire, avere sogni da sognare, orecchie per sentire.

Ci sono cose da non fare mai, né di giorno né di notte, né per mare né per terra, per esempio: la guerra!

(Promemoria, G. Rodari)

ven 10 Giu, dalle ore 10:45 

DROGHERIA REBELOT - CASA DI FIABA

Da quattro celebri fiabe di Hans Christian Andersen
Laboratorio ideato e condotto da Nadia Milani, assistenti Miriam Costamagna, Andrea Lopez Nunes

Ogni fiaba ha una sua piccola casa da abitare. Ogni casa può contenere le immagini che la raccontano. Una voce accompagna gli spettatori nel viaggio che si sta per compiere.
Delle musiche originali saranno colonna sonora da gustare insieme alle immagini e alle parole.
Perchè il “teatro” si compone di tutte queste cose insieme.
Il laboratorio “Case di Fiaba” è un laboratorio per coppie genitore/figlio-a a partire dai 5 anni.

Primo turno: “L’intrepido soldatino di stagno” ore 10.45 – 12.45
Secondo turno: “Mignolina” ora 15.00 – 17.00

 

 Convento Annunziata

Cada Die Teatro - MIGNOLINA

C’era una volta una mamma che ancora mamma non è.
C’era una volta una figlia che ancora non c’è.
Mignolina è una bambina nata tra i petali di un fiore, alta come il dito di una mano, talmente piccola che si può nascondere dentro ad un libro.
Insieme a lei ci avventuriamo tra le pagine fatte di stoffa e carta, con animali fantastici e mostruosi, creature gentili ed egoiste, con il sole e la pioggia, sopra e sotto la terra.
Sarà il lungo viaggio di una piccola bambina che riuscirà a realizzare i desideri più alti del cielo!

Convento dell’Annunziata

ven 10 giu, 17:00

ven 10 Giu, ore: 17:30, 19:00, 20:30

Andersen per il sociale

Sanpapiè - AMIGDALA 

AMIGDALA prosegue la ricerca della compagnia verso una “danza pubblica” intesa come esperienza partecipata di pubblico e performer in spazi urbani e naturali: gli spettatori sono invitati all’interno della performance stessa, condividendo spazi concreti che annullano distanze e rinunciano a filtri.
AMIGDALA tratta il meccanismo del trauma inteso come quell’avvenimento prodotto nell’organismo da qualsiasi agente capace di un’azione improvvisa e rapidissima, che provoca modificazioni generali, cambiamento, trasformazione, evoluzione.

Itinerante

ven 10, ore 18.00

SCRIVERE UNA FIABA CON ISABELLE CHRISTINA FELLINE

Il progetto Scrivere una fiaba – una serie di webinar gratuiti con scrittrici e scrittori d’eccellenza – è nato con l’intenzione di incoraggiare, stimolare e coinvolgere i partecipanti alla lettura e alla scoperta della narrativa per l’infanzia e per ragazzi e per offrire gli strumenti utili a creare e scrivere una fiaba.  Con lo stesso spirito dei webinar, sono offerti a chi ama la scrittura fiabesca tre incontri-lezione con tre fra i relatori delle prime due edizioni di Scrivere una fiaba. Primo di questi l’appuntamento con Isabelle Christina Felline, autrice e pedagogista della lettura collaboratrice con vari editori con i quali pubblica libri per bambini e libri tattili.

Terrazza del Fico 

Teatro del piccione e Doasco Performing Arts - VIVO IN UNA BOLLA

Una bolla trasparente di 12 metri quadri abitata da una donna nata e cresciuta in cattività. Una riflessione sulla libertà e sul senso stesso dell’esistenza. Nell’ambito della giornata sono previsti momenti di interazione con il pubblico della durata di 30 minuti. Il Progetto Vivo in una bolla nasce in correlazione con il fortunato sviluppo di NUDA VITA, performance di 72 + 72 ore continuative, progetto del collettivo DPArt. La compagnia ll Teatro del Piccione si occupa di teatro per ragazzi e per tutti, lo fa attraverso la creazione e produzione di spettacoli, l’organizzazione di rassegne, la promozione della pratica teatrale tramite attività
educative e formative.

Piazza Matteotti

ven 10, dalle ore 18.30 alle ore 21.30

ven 10,  dalle ore 18 alle ore 20

Gabriella Salvaterra SST- Sense Specific Theatre TUTTO PASSA, TUTTO RESTA

Hai visto quando un cane alza il muso verso l’alto, dilata le narici, cercando quello che noi non possiamo vedere né sentire? Cosa trova nell’aria? Bambini che giocano in un parco, una pentola in una cucina, voci, silenzi, qualcosa di antico che arriva da lontano. Lui sente e sa che tutto è mescolato con tutto, unito in una forma unica con legami per noi invisibili, o che forse solo non abbiamo tempo e capacità di vedere. Non siamo uno, isolato e differente, ma un solo organismo che palpita in una sinfonia sempre presente da prima del nostro arrivo, e che continuerà dopo la nostra partenza. Tutto passa, tutto resta è un piccolo viaggio intimo in cui cercare i legami invisibili, in cui alzare lo sguardo e dare spazio all’ascolto, per vedere se riusciamo a sentire che siamo una parte di qualcosa di molto più grande. Tutto passa, tutto resta è un percorso artistico in un ambiente naturale, in cui lo spettatore si trasforma in viaggiatore in un’esperienza poetica immersiva, che diventa intima, personale e diversa per ogni singolo viaggiatore.

Modalità di ingresso –LEGGERE CON ATTENZIONE
L’acquisto del biglietto DEVE essere seguito da una prenotazione telefonica al numero 3497765123 per concordare specifico orario di entrata di ciascun partecipante. È previsto l’ingresso per due persone alla volta, a flusso continuo, ogni 5 minuti, per una capienza complessiva di 50 spettatori al giorno. Il primo ingresso è alle ore 17.50, l’ultimo alle ore 18.15. Importante: ai partecipanti è richiesto di presentarsi all’Esedra di Santo Stefano dieci minuti prima del proprio turno di entrata. La puntualità è fondamentale. In caso di ritardo, non sarà possibile accedere ai turni successivi a meno che non vi siano assenze.

L’Esedra di Santo Stefano

Compagnia Depáso - LA TROTTOLA

Performance di acrobatica aerea e danza
La compagnia italo-cilena presenta il suo spettacolo di acrobatica aerea “La Trottola”. Una danza frizzante e affettuosa fra due personaggi avvolti in una scena senza tempo si incontrano in un viaggio vertiginoso dentro un vortice, un rituale per scoprire che cosa c’è dentro ognuno di loro in mezzo al caos. Giocano a sfidare la gravità affrontando il volo come passatempo preferito, girano in aria come trottole sfrenate, si lasciano trasportare dall’inerzia del movimento e da sorprese inaspettate, affrontano le difficoltà di un cammino verticale verso i loro grandi sogni, esplorano e assaporano il grande mistero di staccare i piedi dal pavimento. 

Piazza Matteotti

ven 10 giugno, 18:30 – 22:00

ven 10 giugno, 19:30

Alessandro Bergonzoni - LETTURE DALLO SPARTITO DELLE PERSONE NOTE MENO NOTE

Mise en place  di e con Alessandro Bergonzoni
Alessandro Bergonzoni torna all’Andersen Festival e ovviamente ci torna alla sua maniera, ovvero prendendo e isolando una delle tante anime del suo ultimo spettacolo “Trascendi e Sali” trasformandola in una sorta di “mise en place” marina.
Una narrazione, comica, che può anche lasciare il posto a una orazione civile, nel tentativo di interpretare i segni di una contemporaneità sempre più enigmatica e oscura.

Baia del Silenzio

Andersen per il sociale

Massimo Zamboni - LA MIA PATRIA ATTUALE

“Patria non è parola leggera. Contiene in sé anche il mascheramento delle diseguaglianze, l’esercizio della violenza in difesa di interessi personali o di casta. Ma Patria è ciò che abbiamo, che siamo, presenza immateriale che giustifica l’essenza profonda dei popoli. Perché allora è così difficile pronunciare questa parola per la lingua italiana? A questa domanda sono dedicate le dieci canzoni dell’album.” (Massimo Zamboni)
Pubblicato quest’anno da Universal Music Italia, il nuovo disco di Massimo Zamboni, La mia Patria attuale, è prodotto da Alessandro “Asso” Stefana, storico chitarrista di Vinicio Capossela e qui in veste anche di polistrumentista (chitarre, bouzouki, pianoforte, mellotron, organo…), e arriva a oltre dieci anni di distanza dall’ultimo progetto solista di Zamboni. 

Baia delle Favole

ven 10 giu, 20:30

ven 10 giu, 21:00 

Andersen per il sociale

Fabrizio Bosso & Julian Oliver Mazzariello - TANDEM

Ci sono due modi di fare le cose insieme: perseguire due strade parallele che portano alla stessa meta, oppure pedalare all’unisono. Quest’ultima è la scelta che hanno fatto Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello e il primo album, pubblicato nel 2014 testimoniava questa unione iniziata sul palco, ma che trascende le regole delle classiche collaborazioni. 

Ruderi di Santa Caterina

Lella Costa - STANCA DI GUERRA

Reading tratto dall’omonimo spettacolo del 1996

Che faccia si deve fare quando si prova ad affrontare un argomento così grande e terribile come la guerra? Che poi non si sa neanche bene dove, come, quando, perché sia cominciata. Forse all’inizio è stata anche una faccenda relativamente semplice, una roba tipo: “Tu hai la caverna più calda, la donna più pelosa, la ruota più rotonda. Io ho la clava più grossa: te la spacco sulla testa, così mi prendo quello che mi piace”. Rozzo, ma mica poi tanto. Sembra sempre che ci sia qualcosa per cui è indispensabile farla, la guerra, che sia la libertà, la giustizia, l’onore, le proprie idee. Ma cosa c’è dentro la guerra, che la rende così terribile, invincibile e insieme imprescindibile?

Baia del Silenzio

ven 10 giu, 21:30

Daniele De Michele AKA DONPASTA - SE HAI UN PROBLEMA AGGIUNGI AGLIO

Daniele De Michele aka Donpasta racconterà il suo viaggio nelle cucine regionali, con aneddoti succulenti, in Se hai un problema aggiungi olio e, in Wine Sound System, parlerà di vino, musiche, riflessioni, ricordi e atmosfere di cui darà assaggi in tutti i sensi. 

Cortile dell’Annunziata

ven 10 giu, 21:30

ven 10 Giu, 21:30

Di Virgilio / Sirressi - LE FIABE DELLA BUONANOTTE

Siamo fatti di storie e viviamo di storie. Oggi come ieri, esiste un modo più bello di addormentarsi ascoltando una fiaba? L’attore Graziano Sirressi e la musicista Bruna Di Virgilio vi accompagneranno alla scoperta di alcune delle più belle fiabe dello scrittore H. C. Andersen, attraverso il racconto orale, l’accompagnamento musicale e una narrazione sonora dal vivo. Il modo più diretto per avvicinarsi a questa materia ancora viva che continua a parlarci e a nutrire il nostro immaginario a distanza di secoli; il modo più semplice per rinnovare l’importanza della fruizione dal vivo di una storia, che sia uno spettacolo, un concerto, un balletto o un momento di condivisione tra genitori e figli prima del bacio della buonanotte.

 Terrazza del Fico

sab 11 Giu, 10:00

55° PREMIO ANDERSEN - BAIA DELLE FAVOLE

Uno dei momenti più attesi del Festival la Cerimonia di premiazione del 55° Premio Andersen-Baia delle Favole, il concorso per la fiaba inedita che si tiene a Sestri Levante dal 1967.

 Convento Annunziata

Andersen per il sociale

OFFICINE PAPAGE - L'IMBARAZZO DELL'INFINITO

Esperienza per spettatore solo
Un essere umano di fronte a un altro essere umano, che umano non è. Un essere umano di fronte a un umanoide, una macchina, l’estrema evoluzione della leva di Archimede. Identici in tutto e per tutto. Con una sola piccola differenza. Anzi due. La macchina per piangere ha una riserva limitata di lacrime. La macchina non ha una fine. Lo spettatore o la spettatrice sono invitati a partecipare a uno spettacolo immersivo, che stravolge ogni ordinarietà teatrale per diventare un viaggio verso la scoperta del proprio mondo interiore.

Modalità di ingresso –LEGGERE CON ATTENZIONE L’acquisto del biglietto DEVE essere seguito da una prenotazione telefonica al numero 3478732509 per concordare specifico orario di entrata di ciascun partecipante. Lo spettacolo è per spettatore solo e ha una durata di mezz’ora. Lo spettacolo avviene all’interno di una zoom call solo audio. Lo spettatore deve presentarsi munito di cellulare e auricolare (nel caso non lo avesse pensiamo noi a fornirgli un telefono di cortesia) e l’applicazione zoom scaricata.
 

Itinerante

sab 11 Giu, dalle ore 12 alle ore 22

sab 11 Giu, dalle ore 10:45 

DROGHERIA REBELOT - CASA DI FIABA

Da quattro celebri fiabe di Hans Christian Andersen
Laboratorio ideato e condotto da Nadia Milani, assistenti Miriam Costamagna, Andrea Lopez Nunes

Ogni fiaba ha una sua piccola casa da abitare. Ogni casa può contenere le immagini che la raccontano. Una voce accompagna gli spettatori nel viaggio che si sta per compiere.
Delle musiche originali saranno colonna sonora da gustare insieme alle immagini e alle parole.
Perchè il “teatro” si compone di tutte queste cose insieme.
Il laboratorio “Case di Fiaba” è un laboratorio per coppie genitore/figlio-a a partire dai 5 anni.

Primo turno: “I vestiti nuovi dell’Imperatore” ore 10.45 – 12.45
Secondo turno: “La principessa sul pisello”ora 15.00 – 17.00
A partire da domenica 12 giugno le casette potranno essere esposte negli spazi del festival e fruite liberamente dal pubblico a cui consigliamo di portare le proprie cuffie.

 Convento Annunziata

Cattivi Maestri - UN BRUTTO ANATROCCOLO

Spettacolo teatrale per bimbi e famiglie. Dai 3 anni.
Chi è quell’anatroccolo che scappa dalla sua fattoria, che corre, inciampa, si nasconde? Perché scappa? Il mondo fuori è così grande, forse troppo grande per lui. Ce la farà?
Ce la farà e un giorno, guardando il suo riflesso su uno specchio d’acqua, scoprirà di non essere più quel brutto e goffo anatroccolo, quell’anatroccolo così strano che veniva rincorso e beccato dagli animali del suo stesso cortile. Ma questo lo scoprirà solo dopo un lungo e faticoso viaggio alla ricerca di una nuova casa, di nuovi amici, di qualcuno che lo accolga così com’è.
Per quanto ci si possa credere brutti, o gli altri ci facciano sentire diversi, c’è e ci sarà sempre un posto dove non saremo mai fuori luogo. Un luogo e un tempo in cui scoprirsi dei bellissimi cigni.

Sala Agave / Cortile Convento Annunziata

sab 11 Giu, 17:00

sab 11 Giu, 18:00

SCRIVERE UNA FIABA CON ROSA TIZIANA BRUNO

Il progetto Scrivere una fiaba – una serie di webinar gratuiti con scrittrici e scrittori d’eccellenza – è nato con l’intenzione di incoraggiare, stimolare e coinvolgere i partecipanti alla lettura e alla scoperta della narrativa per l’infanzia e per ragazzi e per offrire gli strumenti utili a creare e scrivere una fiaba.  Con lo stesso spirito dei webinar, sono offerti a chi ama la scrittura fiabesca tre incontri-lezione con tre fra i relatori delle prime due edizioni di Scrivere una fiaba. Ecco il secondo appuntamento con Rosa Tiziana Bruno, sociologa, educatrice National geographic e scrittrice.

 Convento Annunziata

Gabriella Salvaterra SST- Sense Specific Theatre TUTTO PASSA, TUTTO RESTA

Hai visto quando un cane alza il muso verso l’alto, dilata le narici, cercando quello che noi non possiamo vedere né sentire? Cosa trova nell’aria? Bambini che giocano in un parco, una pentola in una cucina, voci, silenzi, qualcosa di antico che arriva da lontano. Lui sente e sa che tutto è mescolato con tutto, unito in una forma unica con legami per noi invisibili, o che forse solo non abbiamo tempo e capacità di vedere. Non siamo uno, isolato e differente, ma un solo organismo che palpita in una sinfonia sempre presente da prima del nostro arrivo, e che continuerà dopo la nostra partenza. Tutto passa, tutto resta è un piccolo viaggio intimo in cui cercare i legami invisibili, in cui alzare lo sguardo e dare spazio all’ascolto, per vedere se riusciamo a sentire che siamo una parte di qualcosa di molto più grande. Tutto passa, tutto resta è un percorso artistico in un ambiente naturale, in cui lo spettatore si trasforma in viaggiatore in un’esperienza poetica immersiva, che diventa intima, personale e diversa per ogni singolo viaggiatore.

Modalità di ingresso –LEGGERE CON ATTENZIONE
L’acquisto del biglietto DEVE essere seguito da una prenotazione telefonica al numero 3497765123 per concordare specifico orario di entrata di ciascun partecipante. È previsto l’ingresso per due persone alla volta, a flusso continuo, ogni 5 minuti, per una capienza complessiva di 50 spettatori al giorno. Il primo ingresso è alle ore 17.50, l’ultimo alle ore 18.15. Importante: ai partecipanti è richiesto di presentarsi all’Esedra di Santo Stefano dieci minuti prima del proprio turno di entrata. La puntualità è fondamentale. In caso di ritardo, non sarà possibile accedere ai turni successivi a meno che non vi siano assenze.

 L’Esedra di Santo Stefano

sab 11 Giu, dalle 18:00 alle 20:00

sab 11 Giu, 18:30

Associazione The Hub-Teatri di Levante   CIPOLLINA NEL REGNO DI FRUTTA E VERDURA

Spettacolo per bambini dai 3 anni
“Cipollina nel Regno di Frutta e Verdura” è uno spettacolo interattivo, ispirato al romanzo “Le avventure di Cipollino” di Gianni Rodari, cantato sulle musiche di Karen Khachaturian, dal Balletto “Cipollino”. 
Nel Regno di Frutta e Verdura tutti sono imparentati con qualche verdura: c’è la regione dei rossi, dove vivono i pomodori, le fragole, le barbabietole, i ravanelli, quella dei gialli, dove stanno i limoni, i pompelmi, le banane, le susine, il territorio dei blu è abitato dalle melanzane, dall’uva fragola, dai mirtilli e le more, nel terreno dei verdi vivono l’insalata, gli spinaci, le bietole, gli asparagi, i broccoli. Cipollina abita in via dei Bianchi, in una semplice cassetta, insieme ai suoi parenti: la famiglia dei Cipolloni.

Cortile Convento Annunziata

sab 11 Giu, dalle 18:30 alle 21:30

Teatro del piccione e Doasco Performing Arts - VIVO IN UNA BOLLA

Una bolla trasparente di 12 metri quadri abitata da una donna nata e cresciuta in cattività. Una riflessione sulla libertà e sul senso stesso dell’esistenza. Nell’ambito della giornata sono previsti momenti di interazione con il pubblico della durata di 30 minuti. Il Progetto Vivo in una bolla nasce in correlazione con il fortunato sviluppo di NUDA VITA, performance di 72 + 72 ore continuative, progetto del collettivo DPArt. La compagnia ll Teatro del Piccione si occupa di teatro per ragazzi e per tutti, lo fa attraverso la creazione e produzione di spettacoli, l’organizzazione di rassegne, la promozione della pratica teatrale tramite attività
educative e formative.

Piazza Matteotti

Collettivo Funa - TINGRAN

La performance di danza verticale nasce dalla suggestione musicale del compositore armeno Tingran Hamasyan, da cui deriva il nome. La complessità della composizione musicale dell’artista è, infatti, coincidente con la complessità di un corpo che cerca il suo spazio per potersi esprimere liberamente: quello delle donne.
La paura di scoprirsi e la voglia impetuosa di mostrarsi sono il motore che muove le due performer nello spazio. Inizialmente nascoste da un velo, inizieranno la loro ripida scalata della parete verticale per trovare lo spazio e il coraggio di esibire, senza paura, i loro volti e la loro bellezza.

Piazza del Comune

sab 11 Giu, 19:00, 23:00 – dom 12 giu, 19:00, 22:00

sab 11 giu, 20:00

Andersen per il sociale

Paolo Rumiz - CANTO PER L'EUROPA

Reading-spettacolo musicale
Un grande narratore che da sempre racconta la nostra necessità di essere cittadini del mondo. Un viaggio epico: quattro moderni argonauti e una profuga siriana ridanno vita al mito che ha fondato l’Europa.
“Una cintura di costellazioni ornava le murate della barca come segno di augurio per il viaggio.”
Una giovane siriana, profuga di guerra, fugge sulla barca a vela di quattro uomini assetati di miti. La ragazza si chiama Europa.  La sua epopea li aiuterà a comprendere il senso della loro patria comune: Europa è “il sogno di chi non ce l’ha”, di chi viene da lontano, non di chi la abita. Ma soprattutto Europa è femmina, è una figlia dell’Asia, è una donna benedetta dagli dèi, e forse la capostipite di tutti i migranti.

Ruderi di Santa Caterina

Ascanio Celestini - RADIO CLANDESTINA

Roma, le Fosse Ardeatine, la Memoria
Il 23 marzo 1944 i Gruppi d’Azione Patriottica attaccano una colonna tedesca in via Rasella. Il 24 marzo, per rappresaglia, i nazisti uccidono 335 persone in una cava sulla via Ardeatina, dieci italiani per ogni tedesco morto.
A ventidue anni dal debutto, Ascanio Celestini porta in scena Radio clandestina, spettacolo che riflette sulla storia e sulla memoria a partire da uno degli episodi più tragici dell’occupazione nazista in Italia.
«Il racconto della lotta partigiana e dell’occupazione di Roma viene spesso riferito in maniera confusa – scrive Ascanio Celestini –. Soprattutto l’eccidio delle Fosse Ardeatine e l’azione di via Rasella che lo precedette sono parte di una storia raccontata “al contrario”. Partendo dai materiali pubblicati nel libro di Alessandro Portelli L’ordine è già stato eseguito, in Radio Clandestina do voce a quella parte orale della storia che ancora racconta quei giorni in maniera viva, diretta e non rovesciata».

Baia del Silenzio

sab 11 Giu, 21:00

Sab 11 giu, 21:30

Associazione Teatrale Mariella - ITACA 

Racconta del viaggio infinito lo spettacolo “Itaca” messo in scena da un gruppo di attori dell’Associazione Teatrale Mariella (ATM) con la regia della professoressa Mariella Messa Parravicini.

Itaca rimanda al mito di Ulisse, l’eroe che più di ogni altro è in grado di convincere gli uomini e gli dei tramite la parola, sa cogliere l’opportunità e sarà lui, unico tra tutte le altre figure che scompaiono alla fine della Guerra di Troia, a solcare i mari e a compiere il lungo viaggio di ritorno. Ulisse è il testimone che continua a vivere, a viaggiare e a narrare anche quando gli altri eroi sono scomparsi.

Tutto questo è il viaggio verso Itaca, un viaggio che non ha mai fine.

Sala Agave Convento Annunziata

Andersen per il sociale

Marta Cuscunà - È BELLO VIVERE LIBERI!

È bello vivere liberi! è uno spettacolo per riappropriaci della gioia e delle speranze dei partigiani. È uno spettacolo per riscoprire l’atmosfera vertiginosa di quel periodo della nostra storia in cui tutto sembrava possibile.
Lo spettacolo si ispira alla biografia di Ondina Peteani scritta dalla storica Anna Di Gianantonio, (Edizioni IRSML FVG 2007). Ondina, che a soli 17 anni, si scopre incapace di restare a guardare l’oppressione del fascismo e sceglie di agire, cosciente e determinata, per cambiare il proprio Paese.

Ruderi di Santa Caterina

sab 11 Giu, 21:45

sab 11 Giu, 21:30

Andersen per il sociale

Lodo Guenzi - UNO SPETTACOLO DIVERTENTISSIMO CHE NON FINISCE ASSOLUTAMENTE CON UN SUICIDIO

Uno spettacolo che nasce da un’amicizia lunga venticinque anni su trentacinque, quella tra Lodo Guenzi e il regista Nicola Borghesi.
Partendo da nessuna idea precisa né un piano, i due hanno lavorato sull’autobiografia di una persona abbastanza famosa, Lodo, il che la rende da una parte potenziale oggetto di interesse per un numero maggiore di persone, dall’altra aumenta la diffidenza per il genere, dall’altra ancora permette di vedere dall’interno posti, come Sanremo o X-Factor, che di solito si vedono nella loro versione confezionata per il pubblico. Dall’unione di questi tre dubbi nasce “Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio”.

Baia delle Favole 

Sab 11 giu, 21:30

Di Virgilio / Sirressi - LE FIABE DELLA BUONANOTTE

Siamo fatti di storie e viviamo di storie. Oggi come ieri, esiste un modo più bello di addormentarsi ascoltando una fiaba? L’attore Graziano Sirressi e la musicista Bruna Di Virgilio vi accompagneranno alla scoperta di alcune delle più belle fiabe dello scrittore H. C. Andersen, attraverso il racconto orale, l’accompagnamento musicale e una narrazione sonora dal vivo. Il modo più diretto per avvicinarsi a questa materia ancora viva che continua a parlarci e a nutrire il nostro immaginario a distanza di secoli; il modo più semplice per rinnovare l’importanza della fruizione dal vivo di una storia, che sia uno spettacolo, un concerto, un balletto o un momento di condivisione tra genitori e figli prima del bacio della buonanotte.

Terrazza del Fico

Daniele de Michele aka Donpasta - WINE SOUND SYSTEM 

Non si parlerà di  vino. O meglio non solo,  si parlerà  di vini, musiche, riflessioni, ricordi e atmosfere. Scopriremo  come bere il vino sia entrare in sintonia con il carattere del vignaiolo, godere del sole e della pioggia che fanno quella terra ed entrare in storie di amori, libertà, utopie.Con un vino,quattro in realtà,  le  sue storie e le canzoni  Donpasta vi farà compagnia in un viaggio sofisticato e sincero.

Baia del Silenzio  

Sab 11 giu, 22:00

Dom 12 giu, dalle 12:00 alle 22:00

Andersen per il sociale

Officine Papage - L’IMBARAZZO DELL’INFINITO

Esperienza per uno spettatore solo.
Un essere umano di fronte a un altro essere umano, che umano non è.
Un essere umano di fronte a un umanoide, una macchina,
l’estrema evoluzione della leva di Archimede.
Identici in tutto e per tutto.
Con una sola piccola differenza. Anzi due.
La macchina per piangere ha una riserva limitata di lacrime.
La macchina non ha una fine.
Lo spettatore o la spettatrice sono invitati a partecipare ad uno spettacolo immersivo, che stravolge ogni ordinarietà teatrale per diventare un viaggio verso la scoperta del proprio mondo interiore. Un viaggio in cui le emozioni e il racconto si fondono con lo spazio che ospita l’evento.

Itinerante

Teatro appeso a un filo - CAPRICCIOLÒ

Spettacolo per bambini dai 4 ai 12 anni.
Nel mondo fantastico delle marionette può succedere di tutto, anche un violino può prendere vita e raccontare una storia!
Capricciolò è il brillante e simpatico violino di Paganini. Abbiamo dato la parola e perciò anche un nome allo strumento musicale che più di “chiunque” ha vissuto vicino al genio Paganini. CAPRICCIOLÒ lo conosceva molto bene: quanto è stato fra le sue braccia e vicino al suo cuore? Lui ci racconterà la sua vera e avventurosa vita umana senza badare a leggende e pettegolezzi.

Sala Agave  

Dom 12 giu, 17:00

Dom 12 giu, 18:00

SCRIVERE UNA FIABA CON SERGIO BADINO

Il progetto Scrivere una fiaba – una serie di webinar gratuiti con scrittrici e scrittori d’eccellenza – è nato con l’intenzione di incoraggiare, stimolare e coinvolgere i partecipanti alla lettura e alla scoperta della narrativa per l’infanzia e per ragazzi e per offrire gli strumenti utili a creare e scrivere una fiaba.  Con lo stesso spirito dei webinar, sono offerti a chi ama la scrittura fiabesca tre incontri-lezione con tre fra i relatori delle prime due edizioni di Scrivere una fiaba. Ecco il terzo appuntamento con Sergio Badino sceneggiatore di Topolino, scrittore ( Dylan Dog ) e insegnante di scrittura creativa.

Terrazza del Fico

Gabriella Salvaterra SST- Sense Specific Theatre TUTTO PASSA, TUTTO RESTA

Hai visto quando un cane alza il muso verso l’alto, dilata le narici, cercando quello che noi non possiamo vedere né sentire? Cosa trova nell’aria? Bambini che giocano in un parco, una pentola in una cucina, voci, silenzi, qualcosa di antico che arriva da lontano. Lui sente e sa che tutto è mescolato con tutto, unito in una forma unica con legami per noi invisibili, o che forse solo non abbiamo tempo e capacità di vedere. Non siamo uno, isolato e differente, ma un solo organismo che palpita in una sinfonia sempre presente da prima del nostro arrivo, e che continuerà dopo la nostra partenza. Tutto passa, tutto resta è un piccolo viaggio intimo in cui cercare i legami invisibili, in cui alzare lo sguardo e dare spazio all’ascolto, per vedere se riusciamo a sentire che siamo una parte di qualcosa di molto più grande. Tutto passa, tutto resta è un percorso artistico in un ambiente naturale, in cui lo spettatore si trasforma in viaggiatore in un’esperienza poetica immersiva, che diventa intima, personale e diversa per ogni singolo viaggiatore.

Modalità di ingresso –LEGGERE CON ATTENZIONE
L’acquisto del biglietto DEVE essere seguito da una prenotazione telefonica al numero 3497765123 per concordare specifico orario di entrata di ciascun partecipante. È previsto l’ingresso per due persone alla volta, a flusso continuo, ogni 5 minuti, per una capienza complessiva di 50 spettatori al giorno. Il primo ingresso è alle ore 17.50, l’ultimo alle ore 18.15. Importante: ai partecipanti è richiesto di presentarsi all’Esedra di Santo Stefano dieci minuti prima del proprio turno di entrata. La puntualità è fondamentale. In caso di ritardo, non sarà possibile accedere ai turni successivi a meno che non vi siano assenze.

 L’Esedra di Santo Stefano

dom 12 Giu, dalle 18:00 alle 20:00

dom 12 Giu, dalle 18:30 alle 21:30

Teatro del piccione e Doasco Performing Arts - VIVO IN UNA BOLLA

Una bolla trasparente di 12 metri quadri abitata da una donna nata e cresciuta in cattività. Una riflessione sulla libertà e sul senso stesso dell’esistenza. Nell’ambito della giornata sono previsti momenti di interazione con il pubblico della durata di 30 minuti. Il Progetto Vivo in una bolla nasce in correlazione con il fortunato sviluppo di NUDA VITA, performance di 72 + 72 ore continuative, progetto del collettivo DPArt. La compagnia ll Teatro del Piccione si occupa di teatro per ragazzi e per tutti, lo fa attraverso la creazione e produzione di spettacoli, l’organizzazione di rassegne, la promozione della pratica teatrale tramite attività
educative e formative.

Piazza Matteotti

Mario Biagini - Accademia dell'incompiuto
LA GINESTRA

Mario Biagini presenta il frutto della sua ricerca su La ginestra, o il fiore del deserto di Giacomo Leopardi, che, intrapresa nei mesi del primo confinamento del 2020, l’ha portato a scavare e a rendere teatralmente evidenti i numerosi strati della poesia, da quelli più formali, legati alla prosodia e alla sintassi, a quelli umani, filosofici e politici, in relazione all’opera complessiva del poeta. Lo studio del contenuto della canzone leopardiana, e della relazione tra ritmo, suono e significato in Leopardi sono alla base della recitazione di Biagini, che restituisce alla fruizione di un pubblico anche non specialistico la ricchezza e la bellezza di una delle opere più importanti e dense della letteratura italiana.

Ruderi di Santa Caterina

Dom 12 giu, 18:30

Dom 12 giu, 18:30

LE RIPERCUSSIONI DEI CONFLITTI ARMATI SULLA POPOLAZIONE CIVILE - Medici Senza Frontiere

Momento di riflessione a cura di Medici Senza Frontiere, charity partner della manifestazione con: Cristina Falconi, Capo missione per MSF rientrata di recente dalla Transcarpazia, in Ucraina, dove ha coordinato il team al confine con Romania, Slovacchia, Ungheria; con Nadia Ammenti per l’Associazione In cammino per la famiglia e Valentina Cazzanti per il progetto La luce di un gesto, sostenuti entrambi da Andersen per il sociale; Padre Vitality Tarasenko, cappellano della comunità ucraina in Liguria, e un coro di donne ucraine.

Modera l’incontro Monica Triglia, giornalista e autrice del libro “L’altra faccia della Terra” (Mondadori Strade Blu) che racconta i suoi sei mesi passati con Medici senza Frontiere. Oggi collabora con quotidiani, riviste, siti di informazione online ed è tra i fondatori del blog di cultura e attualità Allonsanfan.it

Ingresso libero e gratuito

Baia del Silenzio

dom 12 Giu, 19:00-23:00 

Collettivo Funa - TINGRAN

La performance di danza verticale nasce dalla suggestione musicale del compositore armeno Tingran Hamasyan, da cui deriva il nome. La complessità della composizione musicale dell’artista è, infatti, coincidente con la complessità di un corpo che cerca il suo spazio per potersi esprimere liberamente: quello delle donne.
La paura di scoprirsi e la voglia impetuosa di mostrarsi sono il motore che muove le due performer nello spazio. Inizialmente nascoste da un velo, inizieranno la loro ripida scalata della parete verticale per trovare lo spazio e il coraggio di esibire, senza paura, i loro volti e la loro bellezza.

Piazza del Comune

Mario Biagini e Florinda Cambria - DIALOGO

Un dialogo per rintracciare nuovamente il senso collettivo di parole come dignità, solidarietà, consapevolezza, libertà. A partire da “La Ginestra” di Leopardi: una canzone che, oggi, risuona come un vero e proprio manifesto poetico, politico e filosofico.

Ruderi di Santa Caterina

Dom 12 giu, 19:30

Dom 12 giu, 20:30

Antonio Faraò - SOLO 

Autentica punta di diamante del panorama jazz internazionale, pianista ammirato da Herbie Hancock, nella sua lunga carriera ha collaborato con i più prestigiosi artisti (Joe Lovano, Didier Lockwood, Miroslav Vitous, Jack Dejohnette, Chris Potter, Benny Golson, Ivan Lins…).. Antonio Faraò è da mettere senza dubbio fra i musicisti europei che hanno raggiunto uno standard espressivo al livello degli americani. Il suo stile è inconfondibile : una brillantezza tecnica con un impetuosa carica emotiva, una notevole vena compositiva e un travolgente senso ritmico.

Baia del Silenzio

Presentazione e proiezioni  Cactus International Children’s and Youth Film Festival al Festival Andersen con  Alessandro Stevanon – Regista e Direttore Artistico - CACTUS INCONTRA L’ANDERSEN. UN ASSAGGIO DI CINEMA DEDICATO A CHI È BAMBINO OGGI… E A CHI NON HA DIMENTICATO DI ESSERLO STATO.

Noi umani viviamo di storie: non facciamo che raccontarne, non facciamo che ascoltarne.
Da più di un secolo, uno dei luoghi simbolo per lasciarsi raccontare storie è il cinema. Unendo la passione per le storie e per il cinema, nel 2021 è nato il Cactus International Children’s and Youth Film Festival, che ogni anno seleziona e proietta decine di film di qualità dando voce ad autori e autrici internazionali; una voce a cui si chiede di rivolgersi al pubblico dei più giovani, perché ogni età abbia diritto di disporre di storie di qualità, di spettacoli completi e curati. Spesso l’infanzia e l’adolescenza sono intese come periodi di vita fertili, sì, ma incompleti, come se bambini e bambine, ragazzi e ragazze, fossero adulti mancanti più che giovani in formazione.

Cortile Convento dell’Annunziata

Dom 12 giu, 21:00

dom 12 giu, 21:00

Andersen per il sociale

Vasco Brondi - VA DOVE TI ESPLODE IL CUORE

“Va dove ti esplode il cuore ed è una specie di viaggio nella provincia sonica ed elettrica degli anni novanta, quella in cui sono cresciuto.”
Un viaggio in musica che lascia dietro di sé l’Italia raccontata in “Paesaggio dopo la battaglia” per andare incontro al futuro attraversando il meglio del suo repertorio.

Baia delle Favole

Di Virgilio / Sirressi - LE FIABE DELLA BUONANOTTE

Siamo fatti di storie e viviamo di storie. Oggi come ieri, esiste un modo più bello di addormentarsi ascoltando una fiaba? L’attore Graziano Sirressi e la musicista Bruna Di Virgilio vi accompagneranno alla scoperta di alcune delle più belle fiabe dello scrittore H. C. Andersen, attraverso il racconto orale, l’accompagnamento musicale e una narrazione sonora dal vivo. Il modo più diretto per avvicinarsi a questa materia ancora viva che continua a parlarci e a nutrire il nostro immaginario a distanza di secoli; il modo più semplice per rinnovare l’importanza della fruizione dal vivo di una storia, che sia uno spettacolo, un concerto, un balletto o un momento di condivisione tra genitori e figli prima del bacio della buonanotte.

Terrazza del Fico

dom 12 giu, 21:30

dom 12 giu, 21:30

Andersen per il sociale

Marta Cuscunà - LA SEMPLICITA’ INGANNATA

Nel Cinquecento le monache del Santa Chiara di Udine attuarono una forma di resistenza davvero unica nel suo genere, trasformando il convento in uno spazio di libertà di pensiero e di contestazione dei dogmi religiosi e della cultura maschile con un fervore culturale impensabile per l’universo femminile dell’epoca.

La Semplicità ingannata parla del destino collettivo di generazioni di donne e della possibilità di farsi “coro” per cambiarlo.

L’Inquisizione cercò con forza di ristabilire un ferreo controllo sulle Clarisse di Udine, ma le monache riuscirono a resistere per anni facendosi beffe del potere maschile e creando una sorprendente micro-società tutta al femminile, in un tempo in cui le donne erano escluse da ogni aspetto politico ed economico della vita.

La semplicità ingannata non è un documentario ma un progetto artistico dove il teatro è anche la possibilità di considerare il dato storico come un punto di partenza per un racconto che abbia come soggetto la società contemporanea. Questo approccio implica l’elaborazione di una storia non da una prospettiva documentaristica ma attraverso una visione artistica e posizionata, disposta anche a varcare i confini del conosciuto, del filologico e del politicamente corretto

Ruderi di Santa Caterina

Samuele Puppo - SONOSEM 

CONCERTO 

Sonosem è Samuele Puppo, musicista e cantautore classe ‘98 che – cresciuto con la chitarra in mano – suona, canta e scrive canzoni dai primi anni del liceo. Il progetto in italiano parte nel 2018, in collaborazione con l’amico e batterista Nicola Arecco, con l’esordio di “Anche Se” seguita da altri singoli e dal primo album autoprodotto e pubblicato per La Valigetta chiamato “Se Vai Via Tu” (2019). Dopo alcuni concerti in club e locali, durante il 2019 il progetto di sonosem suona su importanti palchi italiani come il GoaBoa festival di Genova, il Tantarobba Festival di Cremona, il Sofar Sound di Torino e successivamente anche quello dell Reset Festival.  Nel 2020 inizia a lavorare nuove canzoni, tra cui ‘Troppo In Alto’ e ‘Nitida’, brano in collaborazione con il cantautore e autore Zibba. Il 24 marzo esce per Bunya Records il secondo disco dell’artista ‘Da così lontano’: un mix tra indie-folk, soul, funk e pop completamente autoprodotto.

 

Baia del Silenzio

Dom 12 giu, 22:30

 ven 17, dalle 15 alle 19

Compagnia dei Somari e La seggiolina blu CARROUSEL

Racconti di storie per i più piccoli.
Carrousel è un’installazione di storie itinerante capace di trasformare parchi, piazze e spazi pubblici in luoghi sospesi. Si compone di un carosello di amache, un cantuccio delle storie dedicato alla narrazione orale e una ludoteca viaggiante. 
Il carosello è un circolo composto da 8 amache che ricorda un’antica giostra, il cui centro è uno scaffale, anch’esso di forma circolare, dotato di un’attenta selezione di libri e di albi illustrati, a cui il pubblico può accedere liberamente. Lo spazio pubblico acquista così la dimensione intima propria della lettura, che viene condivisa per sospendere il tempo fra le pagine di un libro.

Piazza del Comune

Boyer – Rolando: WHEN THE NIGHT FALLS

Qual è il posto dell’intimità nelle nostre società di oggi? Cosa resta dei nostri rituali? Qual è la connessione con i nostri sensi come individui e come collettivi? Dopo 5 giorni di residenza, invitiamo il pubblico a unirsi alla nostra comunità artistica temporanea in una chiesa al crepuscolo per essere i testimoni della nostra ultima cerimonia. Una passeggiata all’imbrunire accompagnati dalla musica e dalla danza che si concluderà davanti alla chiesa di San Nicolò. Poetica, rituale, espressiva e astratta, la performance sarà alternare movimenti e azioni all’interno di un elaborato paesaggio sonoro a supporto dell’esperienza sensoriale.

Ruderi di Santa Caterina

Ven 17, 21:00

 Sab 18, dalle 15 alle 19

Compagnia dei Somari e La seggiolina blu CARROUSEL

Racconti di storie per i più piccoli.
Carrousel è un’installazione di storie itinerante capace di trasformare parchi, piazze e spazi pubblici in luoghi sospesi. Si compone di un carosello di amache, un cantuccio delle storie dedicato alla narrazione orale e una ludoteca viaggiante. 
Il carosello è un circolo composto da 8 amache che ricorda un’antica giostra, il cui centro è uno scaffale, anch’esso di forma circolare, dotato di un’attenta selezione di libri e di albi illustrati, a cui il pubblico può accedere liberamente. Lo spazio pubblico acquista così la dimensione intima propria della lettura, che viene condivisa per sospendere il tempo fra le pagine di un libro.

Piazza del Comune

RESIDENZA IDRA E ROBERTO CAPALDO CASA DOLCE CASA - CAPITOLO III SCOIATTOLO E LEO

Scoiattolo è diventato molto amico di un bambino: Leo. La loro è un’amicizia intima e complice. Leo però dirada le sue visite fino a quando sparisce per tanti giorni, senza
dare notizie. Scoiattolo decide di andare a cercarlo. Lascia la sua casa nel bosco per andare in città, un mondo che lo spaventa, nel quale dovrà fare i conti con animali e logiche molto diverse da quelle cui è abituato.

Ruderi di Santa Caterina

sab 18 giu, 17

 dom 19, dalle 15 alle 19

Compagnia dei Somari e La seggiolina blu CARROUSEL

Racconti di storie per i più piccoli.
Carrousel è un’installazione di storie itinerante capace di trasformare parchi, piazze e spazi pubblici in luoghi sospesi. Si compone di un carosello di amache, un cantuccio delle storie dedicato alla narrazione orale e una ludoteca viaggiante. 
Il carosello è un circolo composto da 8 amache che ricorda un’antica giostra, il cui centro è uno scaffale, anch’esso di forma circolare, dotato di un’attenta selezione di libri e di albi illustrati, a cui il pubblico può accedere liberamente. Lo spazio pubblico acquista così la dimensione intima propria della lettura, che viene condivisa per sospendere il tempo fra le pagine di un libro.

Piazza del Comune

SARA NATOLI - IL CIRCO DELLE API TEATRO DA PRATO

Un apicoltore entra in scena trasportando un’arnia da cui escono magici attrezzi che prendono vita. Colorati foulard si trasformano in uno sciame d’api, le palline sono il polline che le api raccolgono per l’impollinazione e la loro alimentazione, il diabolo diventa un’ape regina in amore, le bolle migliaia di uova pronte a schiudersi…Attraverso diverse tecniche circensi, il pubblico viene a conoscenza di come nasce un’ape, cosa crea il gruppo alveare e perché è fondamentale nell’equilibrio della Natura. Musiche classiche da Tchaikovsky a Satie accompagnano le acrobazie, intervallate da testi e dialoghi che descrivono questo curioso mondo.

Ruderi di Santa Caterina

Dom 19 giu, 18

Dom 19 giu, 21:30

DARDUST - PIANOFORTE E QUINTETTO D’ARCHI  prima nazionale

Dardust è Dario Faini, pianista italiano tra i più ascoltati al mondo della nuova generazione. La sua musica ha accompagnato eventi di richiamo internazionale come il Superbowl, l’NBA All Star Game e i Giochi Olimpici. Autore e produttore d’eccezione ha firmato numerosi grandi successi italiani, vantando un palmarés di oltre 60 dischi di Platino. Il suo è un progetto multidimensionale che unisce l’emozione della musica in una cornice live di sorprendenti effetti visual.

Baia del Silenzio